Martedì 07 Aprile 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Il Consiglio d'Europa sui detenuti: "Urgente proteggere i loro diritti durante la pandemia" PDF Stampa
Condividi

di Liana Milella


La Repubblica, 7 aprile 2020

 

La commissaria per i diritti umani Dunja Mijatovic scrive che "diminuire il numero dei detenuti in questo momento è fondamentale per garantire un aumento della sicurezza sanitaria".

"Salvaguardare la salute e i diritti dei detenuti durante la pandemia da Covid-19". Anche il Consiglio d'Europa, con la commissaria per i diritti umani Dunja Mijatovic, con una decisione appena diffusa, si muove sulle carceri. Considera i detenuti "persone vulnerabili" e ad alto rischio proprio per le condizioni di vita all'interno delle prigioni, dove le raccomandazioni sullo spazio e la distanza tra una persona e l'altra, e soprattutto quelle riguardanti l'igiene, non possono essere rispettate, "esponendo così gli stessi prigionieri a maggiori rischi". Senza considerare le gravi malattie già esistenti.

Leggi tutto...
 
Coronavirus. In un mese 4mila detenuti in meno, contagiati 37 carcerati e 158 agenti PDF Stampa
Condividi

Il Fatto Quotidiano, 7 aprile 2020


I dati del Dipartimento amministrazione penitenziaria: il 29 febbraio i detenuti erano 61.230, il 6 aprile sono 57.137. Tra i motivi delle scarcerazioni le norme del dl Cura Italia, le liberazioni per motivi sanitari e il maggior ricorso a permessi per detenuti in semilibertà. E poi l'improvvisa diminuzione dei reati che ha causato la conseguente riduzione degli arresti in flagranza.

Leggi tutto...
 
Carcere: la più grande violazione dei diritti inviolabili PDF Stampa
Condividi

di Alberto Marchesi*


Il Dubbio, 7 aprile 2020

 

L'attuale allarme sanitario richiede l'adozione di interventi normativi ben più incisivi e coraggiosi, che portino a una significativa riduzione delle presenze carcerarie. Mentre l'attenzione del nostro Paese è tutta rivolta alla drammatica situazione di molte Regioni di Italia, ed alla preoccupata analisi degli scenari politico-economici che ne deriveranno, si sta accendendo una piccola luce sulla situazione di totale abbandono in cui versa il sistema penitenziario italiano, purtroppo ancora insufficiente ad alimentare i riflettori della cronaca.

Leggi tutto...
 
Ministro Bonafede ci metta un tampone, i detenuti valgono quanto noi PDF Stampa
Condividi

di Davide Faraone


Il Riformista, 7 aprile 2020

 

Se c'è il paziente zero del coronavirus, se c'è la vittima zero del "Covid trattino 19" è composta da tre parole, la barzelletta raccontata nei talk, con tanto di claque, da lei, ministro Alfonso Bonafede, quella che uno-vale-uno. Perché ci saremmo aspettati, ma si sa, le aspettative vengono spesso tradite, che quelle tre parole sarebbero state l'emblema, la coccarda sul petto del suo impegno sulla giustizia e in particolare sulle carceri.

Leggi tutto...
 
Appello a Mattarella e Bonafede: "Il problema delle carceri sovraffollate va affrontato" PDF Stampa
Condividi

di Federico Capurso


La Stampa, 7 aprile 2020

 

L'eurodeputata del Pd Pina Picierno: "Non si può mantenere le distanze minime di sicurezza e nemmeno sanificare gli ambienti". Don Gino Rigoldi, in un'intervista pubblicata oggi su La Stampa, mostra delle possibili alternative alla carcerazione, ai tempi del coronavirus, fatte di comunità e reti solidali. Pina Picierno, europarlamentare Pd, dopo averla letta racconta a La Stampa di aver inviato una lettera al Presidente della Repubblica, ai presidenti di Camera e Senato e al ministro della Giustizia Bonafede.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

 

07


06


 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it