Martedì 10 Dicembre 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Stati Uniti: dubbi su suicidio detenuta afroamericana dopo diffusione video del suo arresto PDF Stampa
Condividi

Adnkronos, 22 luglio 2015

 

La misteriosa morte di un'afroamericana in un carcere del Texas riapre la polemica sulla brutalità della polizia contro le minoranze negli Stati Uniti. Sandra Bland, 28 anni, è stata trovata impiccata con un sacchetto della spazzatura nella cella dove era stata rinchiusa tre giorni prima, dopo essere stata fermata per non aver messo la freccia mentre guidava la sua auto.

La famiglia non crede al suicidio e i dubbi sono cresciuti dopo la diffusione di un video sulle circostanze dell'arresto. Il procuratore distrettuale della contesa di Waller, Elton Mathis, ha ora aperto un'inchiesta per omicidio. La famiglia Bland ha dichiarato che la giovane donna era arrivata in Texas per iniziare un nuovo lavoro alla Prairie View A&M University, dove si era laureata nel 2009. Ne era molto felice e non aveva nessuna ragione di suicidarsi.

Il 10 luglio Sandra Bland è stata fermata da un poliziotto dei Ranger, Brian Encinia, per una banale infrazione del traffico. Il video ripreso dalla telecamere dell'auto del poliziotto, che ora è stato diffuso, mostra un alterco fra i due quando l'agente chiede alla donna di spegnere la sua sigaretta. Alla fine la donna viene sbattuta a terra e ammanettata. Il video non è sempre chiaro, ma il senatore del parlamento del Texas Royce West, intervistato dal Washington Post, afferma che appare come la donna sia stata anche minacciata con un taser.

 
Chiusura Sezione A.S. di Padova: la sorella di un detenuto scrive ai dirigenti del Dap PDF Stampa
Condividi

di Suor M. Consuelo Rosmini

 

Ristretti Orizzonti, 21 luglio 2015

 

Pace e bene! Sono Suor M. Consuelo Rosmini, sorella del detenuto Rosmini Demetrio Sesto, il quale al momento si trova a vivere la sua detenzione presso il carcere di Padova. In questo periodo mio fratello e tutta la famiglia, in particolare la mamma di 83 anni che non lo abbraccia da più di due anni, viviamo l'angoscia di un ulteriore trasferimento poiché la sezione A.S.1 di Padova verrà chiusa. Da 24 anni il trasferimento è un disagio che ogni due anni riviviamo! Ed è proprio adesso che deve essere trasferito?

Leggi tutto...
 
Giustizia: il suicidio, moderno patibolo PDF Stampa
Condividi

di Rita Bernardini

 

Il Garantista, 21 luglio 2015

 

Prova sollievo il capo della Lega per il suicidio in una cella di Regina Coeli del presunto killer del gioielliere romano Giancarlo Nocchia. D'altra parte, quando c'è un fatto di cronaca nera, Salvini è sempre chiamato dai media a commentare: a lui bastano 142 caratteri per far rimbalzare i suoi stati d'animo in ogni canale televisivo, radiofonico, per non parlare della carta stampata e di Internet.

Leggi tutto...
 
Giustizia: vittoria e sconfitta dello Stato, in 24 ore PDF Stampa
Condividi

di Paolo Graldi

 

Il Messaggero, 21 luglio 2015

 

Una fettuccia di tela ricavata in gran fretta dal lenzuolo strappato, un cappio improvvisato. Allacciato alle sbarre più alte, all'ingresso della cella di "grande sorveglianza" per stringere una disperazione incontenibile: pochi, lunghissimi attimi e poi il corpo che penzola inanimato, senza più vita, tardivi, vani i soccorsi.

Leggi tutto...
 
Giustizia: l'ordinaria giornata di suicidi che piace a Salvini PDF Stampa
Condividi

di Alfredo Barbato

 

Il Garantista, 21 luglio 2015

 

"Non sono tanto dispiaciuto", così il leader leghista commenta la morte del presunto killer del gioielliere, ieri i funerali della vittima. Poche ore dopo si sarebbe celebrato il funerale di Giancarlo Nocchia, il gioielliere ucciso a Roma, nel quartiere Prati. Lui, Ludovico Caiazza, 32 anni, è accusato dell'assassinio.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 8531 8532 8533 8534 8535 8536 8537 8538 8539 8540 Succ. > Fine >>

 

06


06

 

06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it