Mercoledì 16 Ottobre 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Giustizia: Governo-Consulta, il Presidente Mattarella non vede lo scontro PDF Stampa
Condividi

Il Manifesto, 24 maggio 2015

 

Il Presidente della Repubblica assicura: nessun tensione tra la Corte costituzionale e il governo. Ma il presidente Criscuolo replica agli attacchi del ministro Padoan. Dopo le critiche del ministro dell'Economia alla Corte costituzionale per la sentenza sulle pensioni, il presidente della Consulta sente il dovere di replicare.

Mentre l'ex presidente dei giudici delle leggi, Sabino Cassese, irritualmente prende posizione per il governo e invita gli ex colleghi a "non ripetere l'errore e a valutare i conti nelle prossime decisioni che potrebbero avere un grande impatto sul bilancio dello stato, come quella sui contratti del pubblico impiego". Ma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, giudice costituzionale fino al momento di essere eletto - quattro mesi fa - al Quirinale, sostiene di non vedere "né scontri né tensioni fra il governo e la Corte costituzionale".

Leggi tutto...
 
Giustizia: il Presidente Mattarella, Falcone e i giovani "le sue idee, le vostre gambe" PDF Stampa
Condividi

di Felice Cavallaro

 

Corriere della Sera, 24 maggio 2015

 

Il ricordo nell'aula del maxiprocesso. Il tweet di Renzi: io non dimentico. L'applauso è scattato forte quando il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha parlato della mafia come "una zavorra" da eliminare. Dal Sud e dal resto d'Italia. Da ogni attività. Anche dallo sport.

E, rivolto alla platea dell'aula bunker dell'Ucciardone affollata da giovani, ha dato un'altra mazzata alla corruzione, al malaffare e a quella che ha definito "la metastasi del calcioscommesse". Esplodeva di colori e di entusiasmo ieri mattina questo blindato anfiteatro collegato con sei piazze italiane in diretta Rai per commemorare il ventitreesimo anno dalla strage di Capaci.

Leggi tutto...
 
Giustizia: non scordare la morte di Falcone, ma nemmeno ostacoli che incontrò nella vita PDF Stampa
Condividi

di Giovanni Bianconi

 

Corriere della Sera, 24 maggio 2015

 

Fa bene a non dimenticare, Matteo Renzi. Ma sarebbe utile non limitarsi a coltivare la memoria del 23 maggio 1992, della strage e dell'icona dell'eroe antimafia costruita sui detriti dell'esplosione di Capaci. Sarebbe utile non dimenticare tutto ciò che è accaduto prima, a Giovanni Falcone: le sue inchieste e i suoi processi, gli ostacoli, gli sbarramenti e l'isolamento che dovette subire dalla politica e dalla stessa magistratura.

Leggi tutto...
 
Giustizia: Giovanni Falcone, un giudice che fece pendere la bilancia dalla parte giusta PDF Stampa
Condividi

di Agnese Moro

 

La Stampa, 24 maggio 2015

 

Come tanti italiani mi ricordo il giorno della uccisione del giudice Giovanni Falcone, di sua moglie Francesca Morvillo, di Antonio Montinaro, Vito Schifani, Rocco Dicillo, tre dei sei uomini della scorta. Ero in Brianza, a casa di un'amica, e restammo per molto tempo davanti alla televisione, pietrificate e incredule. L'ho vissuto e seguito a sentirlo come un lutto personale, anche se non avevo mai incontrato nessuno di loro.

Leggi tutto...
 
Giustizia: la Corte di Cassazione "rischia il carcere chi denigra e offende su Facebook" PDF Stampa
Condividi

di Lavinia Di Gianvito

 

Corriere della Sera, 24 maggio 2015

 

La Suprema Corte ha stabilito che per le offese sui social la competenza non è del giudice di pace ma del tribunale, dove il reato è punito con la reclusione fino a tre anni. La Cassazione ha deciso: rischia il carcere chi denigra e offende su Facebook.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 8531 8532 8533 8534 8535 8536 8537 8538 8539 8540 Succ. > Fine >>

 

06


06

 

06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it