Domenica 31 Maggio 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

“Non solo sbarre”. L'incontro mancato tra carcere e società PDF Stampa E-mail
Condividi
In Veneto, 28 luglio 2010

“Non solo sbarre... ma anche emozioni”. È il titolo della tesina di Federica Ferrari, ventiduenne veronese iscritta alla facoltà di psicologia dell'Università di Padova, che di recente ha concluso la sua laurea breve in psicologia della personalità e delle relazioni interpersonali, con relatore il professor Gianvittorio Pisapia.
“Ho incontrato per la prima volta il carcere durante un corso di psicologia della devianza di Pisapia – racconta Federica – e mi sono messa subito in moto per cercare informazioni a livello territoriale”. Da qui l'incontro con l'associazione La Fraternità, che da oltre quarant'anni opera nella casa circondariale di Montorio e che qualche hanno fa, nell'ottica di sensibilizzare la cittadinanza sulla complessa realtà carceraria, ha realizzato la mostra “L'immagine riflessa”.
Spunto da cui è partita Federica, che dice: “Nella tesi ho dato risalto al confronto tra la società e il mondo del carcere spesso ignorato e tenuto lontano dalla città stessa. Dall'analisi generale del carcere, cos'è e come si struttura, ho quindi approfondito il concetto di specchio come mezzo di confronto tra tale realtà e quella a essa esterna. Dopo aver descritto la mostra, ho quindi concluso il mio lavoro soffermandomi su un'ultima metafora sul concetto di confine: inteso non solo come linea che divide due diversi territori, ma anche luogo in cui è possibile il contatto tra varie realtà della stessa società”.
Federica continuerà gli studi con due anni di specialistica in riabilitazione neuropsicologica. “Mi sono già informata sulle materie dei corsi e so che mi garantiscono sbocchi futuri nella realtà del carcere, nel campo della riabilitazione di persone con disturbi psichici o comportamentali”. Ma quello della giustizia è un mondo che la giovane universitaria non intende abbandonare nemmeno mentre prosegue i suoi studi. “Ho conosciuto un mondo per il quale adesso voglio rendermi utile fin da subito”.
 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it