Domenica 31 Maggio 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Russia: Pussy Riot in libertà "ora aiuteremo i detenuti a reinserirsi nella società" PDF Stampa E-mail
Condividi

La Presse, 28 dicembre 2013

 

Maria Alekhina e Nadezhda Tolokonnikova, membri del gruppo punk russo Pussy Riot, appena arrivate a Mosca dopo la loro scarcerazione, hanno parlato dei loro progetti futuri in conferenza stampa. Le due artiste hanno fatto sapere che continueranno con il loro attivismo istituendo un'organizzazione per i diritti umani, volta ad aiutare i prigionieri in Russia. Alekhina ha spiegato inoltre che la loro organizzazione aiuterà gli ex detenuti ad adattarsi alla vita fuori dal carcere. "La gente assolutamente non ha idea di cosa succeda nelle carceri. E la cosa peggiore è che la maggior parte delle persone non è nemmeno interessata. "Se vogliamo arrivare a una diminuzione del tasso di criminalità, dobbiamo lavorare sui carcerati e le autorità non lo faranno", ha concluso. Le due Pussy Riot hanno inoltre auspicato che Mikhail Khodorkovsky, l'ex oligarca oppositore di Putin rilasciato la settimana scorsa dopo 10 anni di prigionia, possa correre per il Cremlino. Khodorkovsky è stato invitato dalle due femministe a collaborare al loro nuovo progetto chiamato "Zona di Legge" con l'obiettivo di cambiare il sistema penitenziario russo. "Non vogliamo il suo denaro", ha sottolineato la Tolokonnikova, "ma piuttosto una collaborazione ideologica e culturale". "Molte persone rinchiuse nelle carceri sono sul punto di morire", ha affermato la Alyokhina, "dobbiamo difendere i diritti dei detenuti". Per le due Pussy Riot la loro scarcerazione è stata soltanto una trovata propagandistica di Putin in vista delle Olimpiadi invernali che si terranno a Sochi nel 2014, che invitano a boicottare. Le due femministe punk avevano partecipato nel 2012 a una preghiera anti-Putin all'interno della Chiesa di Cristo Salvatore a Mosca ed erano state condannate per "teppismo motivato da odio religioso".

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it