Domenica 31 Maggio 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Veneto: istituito un Garante regionale a tutela dei deboli PDF Stampa E-mail
Condividi

di Claudio Sinigaglia (Consigliere Pd della Regione Veneto)


Il Mattino di Padova, 30 dicembre 2013

 

La Regione Veneto ha istituito il Garante dei diritti delle persone private della libertà personale. Facendo seguito all'articolo 63 dello statuto, nella seduta del 18 dicembre il Consiglio regionale veneto ha infatti approvato la legge sul Garante dei diritti della persona che esercita la funzione di difensore civico, di tutore dei minori e di tutela dei diritti della popolazione carceraria, sottoposta a misure restrittive della libertà personale. Questo provvedimento legislativo, finalizzato ad unificare in un Garante la tutela e la promozione dei diritti di tutte le persone, è una grande innovazione ed un'importante affermazione di civiltà giuridica. La riorganizzazione consentirà di partire subito con la tutela dei diritti di chi è privato della libertà personale perché questa funzione verrà momentaneamente affidata all'attuale tutore dei minori, già presente ed attivo nel Veneto, come il difensore civico, dal 1988.

Il Garante così come istituito contribuisce a promuovere il soddisfacimento dei bisogni vitali dei cittadini, perché richiama le istituzioni ai loro fini di servizio, perché agevola i rapporti di reciproca fiducia tra cittadini e istituzioni, perché promuove la cultura della legalità, perché è un antidoto alla burocrazia e alla cattiva amministrazione. Il Garante appartiene alla cultura della democrazia e dei diritti umani e per questa cultura c'è un principio fondamentale che deve essere posto alla base di qualsiasi ordinamento: il rispetto della dignità della persona umana. Compito del Garante dunque è quello di ricordare che l'autorità e le istituzioni sono necessarie e si legittimano, proprio perché tutelano la dignità di tutte le persone, soddisfano i bisogni reali delle persone, delle famiglie e delle formazioni sociali. Ecco perché l'istituzione del Garante, indipendente ed autonomo nelle decisioni, è di estrema attualità.

Sicuramente l'istituzione della figura di garanzia delle persone private della libertà personale inserirà nuovi percorsi per conoscere un tema, quello della detenzione, che può generare anche un rifiuto ideologicamente netto, oppure imporre di riconsiderare il significato della pena, dell'articolo 27 della Costituzione, della tortura, della dignità della persona. Nello svolgimento delle sue funzioni il Garante assume infatti ogni iniziativa per assicurare il diritto alla salute, all'istruzione, alla formazione professionale, al reinserimento sociale e lavorativo delle persone detenute, anche negli istituti per minori. Infine, l'aver accorpato in un unico organo monocratico regionale, di nomina consiliare, la difesa civica, la tutela dei minori e la protezione dei detenuti, significa rafforzarne l'autorevolezza ed il ruolo soprattutto e principalmente nell'interesse delle persone più fragili e più deboli della nostra società.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it