Domenica 31 Maggio 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Brasile: diffuso video scioccante delle torture su un detenuto PDF Stampa E-mail
Condividi

Reuters, 31 dicembre 2013

 

Un uomo con la gamba sezionata e torturato a morte, rapporti sessuali sotto lo sguardo di tutti e detenuti con malattie mentali messi insieme ad altri detenuti. La conclusione è che il governo del Maranhão è "impossibilitato" a frenare questa escalation di violenza. Lo scenario di illegalità nel carcere di Pedrinhas, São Luís, in Brasile, è stato descritto in una relazione del giudice Douglas Martins, del Cnj (Consiglio Nazionale di Giustizia), dopo la visita in loco il 20 dicembre scorso.

Il governo ha confermato che 59 morti sono avvenute quest'anno. Durante gli ultimi disordini del 17 dicembre, tre detenuti sono stati decapitati. Il complesso, progettato per 1.700 uomini, ne ospita almeno 2.500, secondo il Cnj. La relazione è stata consegnata venerdì 27 al Ministro della Corte Suprema Joaquim Barbosa, che presiede il consiglio. Il report riproduce l'appello rivolto al Ministro da parte dell'Osa(Organizzazione degli Stati Americani), affinché il governo brasiliano agisca per garantire l'integrità dei prigionieri. La scena scioccante è citata nella relazione: un video, che, secondo Martins, è stato inviato dalla direzione del sindacato delle guardie carcerarie, e che mostra la lenta morte di un detenuto nel carcere di Pedrinhas. Queste torture avvengono quando i detenuti non si schierano con le gang che dettano legge all'interno della prigione. Il video è "la scena più barbara che abbia mai visto", secondo le parole pronunciate alla Leaf da Martins. Le immagini mostrano un detenuto ancora vivo con la pelle della gamba sezionata. L'uomo ha esposti muscoli, tendini e ossa. La Leaf ha avuto accesso al video. Le immagini sono molto forti.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it