Domenica 31 Maggio 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Spagna: i membri dell'Eta finiti in carcere riconoscono la legalità penitenziaria PDF Stampa E-mail
Condividi

Nova, 31 dicembre 2013

 

Spagna, il gruppo di membri dell'Eta arrestati riconosce la legalità penitenziaria. Il gruppo di carcerarti appartenenti all'Eta, l'organizzazione che rappresenta gli oltre 500 detenuti della banda terroristica e i più riluttanti ad abbandonare le armi, ha accettato sabato la legalità penitenziaria, le sue disposizioni per il reintegro individuale dei suoi prigionieri, il rifiuto della violenza e la "sofferenza e i danni multilaterali generati", in un comunicato trasmesso in un video inviato al quotidiano "Berria". Con questo gesto l'Eta ha compiuto un passo fondamentale nel processo che porterà al suo scioglimento, due anni dopo l'annuncio dello stop al terrorismo e solo due mesi dopo che l'annullamento dell'applicazione retroattiva della dottrina Parot ha portato al rilascio del 10 per cento dei detenuti membri dell'Eta.

Il leader della sinistra nazionalista, Arnaldo Otegi, in un'intervista al quotidiano "La Jornada del Mexico", realizzata dal carcere di Logrono due settimane fa, ha insistito nel chiedere all'Eta e ai suoi arrestati di continuare il processo unilaterale iniziato due anni fa con la fine del terrorismo e che porterà allo scioglimento della banda terroristica. Tutto fa pensare che nelle prossime settimane, a gennaio o febbraio, l'Eta compirà qualche atto di disarmo come preludio al suo epilogo. Il governo basco, il Partito nazionale basco (Pnv), il Partito socialista (Psoe) e il Partito popolare (Pp) si sono uniti nel fare pressioni sui membri dell'Eta finiti in carcere affinché passino dalle parole ai fatti, come risulta dalle dichiarazioni fatte sabato dai leader politici Josu Erkoreka, Alfredo Perez Rubalcaba e Inaki Oyarzabal. è molto importante, in questo momento in cui la fine definitiva dell'Eta è a portata di mano, mantenere l'unità del governo e dei principali partiti democratici per affrontare insieme gli attacchi vendicativi da parte dei media di destra e dell'opportunismo politico.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it