Venerdì 14 Agosto 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Bahrein: capo opposizione sciita in carcere per 7 giorni, accusato di incitamento a violenza PDF Stampa E-mail
Condividi

Aki, 31 dicembre 2014

 

È stata estesa di sette giorni la custodia cautelare per il leader di al-Wefaq, il principale movimento dell'opposizione sciita in Bahrain, arrestato domenica. Lo ha riferito l'agenzia Dpa, citando le autorità giudiziarie della monarchia del Golfo, secondo le quali Ali Salman resterà in carcere almeno per un'altra settimana per essere sottoposto ad ulteriori interrogatori.

L'arresto di Salman, rieletto sabato alla guida di al-Wefaq, ha scatenato una nuova ondata di scontri nel paese. Ieri la polizia ha sparato lacrimogeni e granate assordanti in diverse zone per disperdere i manifestanti. Alcuni testimoni parlano di dimostranti feriti dal fuoco degli agenti. Nel 2011 in Bahrain la comunità sciita scese in piazza sulla scia delle rivoluzioni della cosiddetta Primavera Araba per chiedere alla famiglia reale sunnita di lanciare un piano di riforme democratiche. La rivolta fu repressa nel sangue dalle autorità di Manama con l'aiuto di Riad, che inviò alcuni reparti militari per sedare la rivolta.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it