Sabato 06 Giugno 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Livorno: entro sei mesi al carcere delle Sughere arriverà la telemedicina PDF Stampa E-mail
Condividi

 

 

Il Tirreno, 7 novembre 2010

 

Entro sei mesi al carcere delle Sughere sbarcherà la telemedicina. Vale a dire che negli spazi interni alla Casa circondariale saranno creati appositi ambulatori dotati di una postazione internet che permetterà un collegamento continuo con le sedi Asl dove operano i medici.

La postazione sarà dotata di attrezzature per esami specifici, come elettrocardiogramma, auscultazione del torace o ispezioni dermatologiche. Così il detenuto potrà avere in tempo reale l’esito degli esami e anche un rapporto diretto con il medico che lo cura. “Questo servizio - spiega Luca Lavazza, direttore sanitario Asl - permette di risolvere il problema di trasferire il detenuto, in qualsiasi momento, per farlo visitare all’esterno della struttura. Così invece si mette a disposizione del carcere una sanità sempre più simile a quella esterna”.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it