Mercoledì 12 Agosto 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Premio a Fra Beppe, per la fedeltà al lavoro PDF Stampa E-mail
Condividi

In Veneto, 5 dicembre 2010

 

Da solo non sarebbe mai salito sul palco. Quel premio consegnatoli dalla Camera di Commercio di Verona nell'ambito della cerimonia annuale denominata Premio Fedeltà al Lavoro, e come riconoscimento per l'attività portata avanti ormai da oltre quarant'anni per offrire sostegno ai detenuti, Fra Beppe Prioli non lo avrebbe ritirato se fosse stato solo. Aveva bisogno di loro, di quegli amici che sono motivo stesso del premio. Il 28 novembre nell'Auditorium della Fiera di Verona c'erano quindi tre detenuti in permesso al fianco del fondatore della Fraternità: uno da Vicenza e due da Verona.
Per presentarlo, Fra Giampaolo ha letto l'introduzione di “Risvegliato dai Lupi”, il libro che ne racconta la biografia, ed è stato un momento di forte emozione per tutti.
“Il premio non va a me, ma a tutta l'associazione di cui faccio parte – fa sapere fra Beppe -. E io sono contento perché sono andato con loro, gli amici”. Quegli amici che, dopo la premiazione, hanno continuato a festeggiare Fra Beppe insieme ad ex detenuti,  frati e volontari riuniti a pranzo. Ora, quello che resta a risuonare dal palco della cerimonia è l'appello lanciato dal frate al Comune perché il Centro d'ascolto di fronte al carcere venga realizzato al più presto, facendo di Verona una città davvero accogliente per tutti.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it