Sabato 06 Giugno 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Viterbo assistenza sanitaria penitenziaria, seconda edizione del corso per operatori sanitari PDF Stampa E-mail
Condividi

 

Il Messaggero, 7 dicembre 2010

 

Si è svolto mercoledì primo dicembre, a Mammagialla, un incontro organizzato dal dirigente della Casa circondariale di Viterbo, Franco Lepri.

Mercoledì scorso, primo dicembre, presso la Casa circondariale di Mammagialla a Viterbo, si è svolta la seconda edizione del corso Ecm (Educazione continua in medicina) dal titolo “Pianeta carcere,assistenza sanitaria dopo il Dpcm 01.04.2008”.

L’iniziativa, voluta fortemente dal dirigente sanitario della struttura di reclusione viterbese, Franco Lepri, riveste un’importanza notevole perché apre le porte del carcere a eventi formativi e informativi, coinvolgendo tutte le figure professionali della Ausl di Viterbo impegnate nell’erogazione dei servizi sanitari alla popolazione carceraria. Durante l’incontro sono state anche presentate due tesi di laurea svolte a Mammagialla.

La prima, incentrata sulla riabilitazione psichiatrica in carcere, è stata illustrata da Giada Misoscia, del corso di laurea in Tecnico della riabilitazione psichiatrica (Università La Sapienza Prima Facoltà di Medicina con sede a Viterbo), alla presenza del relatore Simona De Simoni e del correlatore Mariani, vice presidente dell’associazione di volontariato Gavac che opera in carcere nel settore della riabilitazione dei detenuti. La seconda è una tesi di master dell’Università della Tuscia di Anna Corsetti, infermiera che opera presso la struttura detentiva.

Un lavoro, questo, che ha approfondito il tema dell’Istituzione penitenziaria e della comunicazione, soffermandosi ad analizzare le relazioni tra operatori e detenuti. L’iniziativa ha riscosso interesse e apprezzamento da parte degli operatori sanitari che vi hanno partecipato. Per questa ragione è nelle intenzioni di Franco Lepri proporre una terza edizione del corso nel mese di marzo, con più giornate di approfondimento su varie tematiche (psichiatria, malattie infettive, cardiologia, pronto soccorso, relazione terapeutica con il paziente detenuto) rivolte sia al personale sanitario presente già in carcere, sia agli operatori che intendono prestare la loro professionalità all’interno di Mammagialla.

 

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it