Sabato 06 Giugno 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Bologna. due mediatori culturali aiutano i medici del carcere per la prevenzione sanitaria PDF Stampa E-mail
Condividi

 

Dire, 24 dicembre 2010

 

In carcere, a Bologna, abbondano gli stranieri ma non la salute. Ecco perché l’Ausl di Bologna ha

deciso di mettere a disposizione del personale medico della Casa circondariale due mediatori culturali di lingua araba, che però conoscono anche l’inglese e francese.
I mediatori, una donna algerina e un uomo palestinese, assistono dunque da qualche settimana il personale sanitario nelle funzioni cliniche e assistenziali a favore dei detenuti, il 72% dei quali è straniero. I due collaboratori si occupano anche di promozione dei programmi di screening e, assieme al medico della Casa Circondariale, coordinano gruppi di educazione alla salute su temi come la trasmissione delle malattie infettive, l’igiene, la prevenzione, l’educazione alimentare. La consulenza del mediatore viene richiesta anche su casi a rischio di autolesionismo.

I mediatori del carcere hanno già avuto esperienze professionali inerenti: il palestinese ha lavorato dal 2004 al Tribunale di Bologna Sezione penale, la Corte d’Appello, il Tribunale di Porretta Terme e di Imola; la mediatrice di origine algerina ha lavorato invece al Servizio immigrazione del Comune di Bologna e nelle strutture sanitarie dell’Ausl del S.Orsola Malpighi.

L’attività nella Casa Circondariale si aggiunge ai servizi di mediazione culturale che l’Ausl di Bologna mette a disposizione degli stranieri da circa dieci anni. In particolare all’Ospedale Maggiore e in quello di Bentivoglio, nell’area materno - infantile, al Centro per la salute delle donne straniere e dei loro bambini, al Poliambulatorio Zanolini a Bologna, e nei diversi consultori familiari presenti in tutti i distretti sanitari dell’Azienda. I mediatori svolgono un ruolo importante anche all’interno delle strutture psichiatriche.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it