Sabato 06 Giugno 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Ragusa. convenzione “a tempo” per garantire l’assistenza infermieristica ai detenutie PDF Stampa E-mail
Condividi

La Sicilia, 28 dicembre 2010

 

Il direttore generale dell’Asp di Ragusa, Ettore Gilotta, alla fine ha firmato la convenzione per l’assistenza infermieristica ai detenuti che scadeva il prossimo 31 dicembre. Ne beneficeranno, dunque, le carceri di Modica, Ragusa e Siracusa giacché sono gli infermieri dell’azienda ragusana a svolgere questo servizio anche nella struttura di Cavadonna. La convenzione, comunque, è a tempo determinato. La firma di Gilotta riguarda un semestre e, quindi, scadrà il prossimo mese di giugno.Sono dieci, complessivamente, gli infermieri che svolgono questo servizio. Molto probabilmente il manager dell’Asp Ragusa ha voluto concedere un periodo di tempo utile alla direzione delle tre carceri per organizzare la nuova assistenza con professionalità esterne e, dunque, nuove.

Da circa ventitre anni l’assistenza, tramite convenzioni a termine, è stata assicurata dall’Ausl 7, oggi Asp Ragusa. Gilotta aveva precedentemente informato la direttrice degli istituti di Modica e Ragusa, Giovanna Maltese, che quest’anno, sulla scorta delle nuove normative, la convenzione sarebbe venuta meno. Probabilmente il senso di responsabilità delle parti ha indotto a far si che ci possa essere un lasso di tempo coperto affinché il servizio possa essere, altrimenti, garantito e coperto. Il monte ore concesso agli infermieri durante l’arco di un anno è stato irrilevante, basti pensare che, complessivamente, era esaurito in appena due mesi. È chiaro che il cambio genererà qualche problema di sinergia tra medici e nuovi infermieri ed anche la praticità e l’esperienza acquisita per i primi tempi causerà difficoltà con le nuove unità che opereranno

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it