Mercoledì 13 Novembre 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Il Sindacato Uspp: "Nessuna militarizzazione nelle carceri" PDF Stampa
Condividi

corrierepl.it, 8 novembre 2019


"Non esiste alcun pericolo di militarizzazione per le carceri italiane derivante dalle minuscole modificazioni legislative in discussione", commenta Francesco Laura, Vice Presidente dell'Unione Sindacati Polizia Penitenziaria (U.S.P.P.) e Responsabile degli iscritti dirigenti di Polizia Penitenziaria.

Le nuove norme riguardano solo il rapporto organizzativo e i profili gerarchici all'interno del Corpo di polizia penitenziaria e, tra l'altro, in misura parziale" aggiunge Francesco Laura.

"In pratica, la Polizia penitenziaria continuerà a svolgere i suoi compiti istituzionali indicati nella legge 395/90, che restano invariati", prosegue il sindacalista, che afferma, inoltre, "nulla cambierà nella rapporto tra la polizia penitenziaria è la popolazione detenuta, in quanto si prevede solo una subordinazione gerarchica del personale in uniforme ai dirigenti di Polizia penitenziaria, laddove prevista, e resterà la giusta subordinazione funzionale nei confronti dei direttori penitenziari, ossia lo stesso rapporto che oggi esiste con la magistratura".

Per la U.S.P.P. "la campagna di strumentalizzazione avviata è fuorviante e pretestuosa rispetto ad una situazione che non sfocerà in null'altro se non in una migliore e moderna organizzazione del Corpo".

 

 

 

 

06


06

 

06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it