Domenica 31 Maggio 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Torino: progetto “Liberiamo le competenze”, come rendere ecologicamente sostenibile il carcere PDF Stampa E-mail
Condividi

Edilgreen, 8 luglio 2011

 

La palazzina degli uffici amministrativi del carcere di Torino da oggi consumerà molto meno gas in meno grazie a un progetto finanziato dalla Regione Piemonte. L’iniziativa ha previsto un corso di formazione teorico-pratico sulla riqualificazione energetica degli edifici che ha coinvolto ben 24 detenuti della casa circondariale di Torino “Lorusso e Cotugno”.
Il progetto si chiama “Liberiamo le competenze” ed è stato realizzato in collaborazione con il gruppo Saint-Gobain, l’Agenzia energia e ambiente di Torino e la fondazione Casa di carità arti e mestieri. In particolare, i detenuti coinvolti nel lavoro, che potranno poi rivendere una volta usciti dal carcere questa loro esperienza e le competenze, hanno lavorato per impermeabilizzare e coibentare sia le pareti interne che quelle esterne.
Grazie ai lavori effettuati, infatti, il costo annuo per il riscaldamento della palazzina sarà drasticamente ridotto: dagli attuali 26.630 a 7.049 euro, con una riduzione del 73,52%. Stessa percentuale di risparmio per quanto riguarda il consumo di metano, che diminuirà dai 48.242 metri cubi di adesso a soli 12.770 m3. “Abbiamo creduto sin dall’inizio in questo progetto - ha commentato il presidente Gianni Scotti del gruppo Saint-Gobain - è un’iniziativa in cui si coniugano l’aspetto umano, sociale e ambientale. Ci auguriamo che casi virtuosi come questo, dove pubblico e privato si incontrano in modo proficuo, si possano ripetere altrove”. Una dimostrazione di come si possa legare sostenibilità ambientale e progetti sociali grazie allo sforzo congiunto di più realtà.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it