Domenica 31 Maggio 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Bologna: come si vive in cella? video-inchiesta fatta da neolaureati della facoltà di legge PDF Stampa E-mail
Condividi

Dire, 11 luglio 2011

 

Come si vive in cella? Rispondono ex detenuti, volontari che prestano servizio in carcere, agenti penitenziari, ma anche normalissimi passanti. Così la video - inchiesta “Se tu vivessi in una cella” mette a confronto la realtà delle carceri italiane con la sua percezione, tentando di accorciare la distanza. A realizzarla è un gruppo di studenti e neolaureati della Facoltà di Giurisprudenza di Bologna, riuniti da gennaio nell’associazione Progrè. Il video (on line su http://www.progre.eu/2011/07/08/se-tu-vivessi-in-una-cella-2/) fa parte però di un più ampio “progetto carcere” portato avanti dall’associazione.

Oltre alla video - inchiesta, il primo frutto del lavoro di Progrè è il dossier “Evasione dal diritto?”, con cui l’associazione fa il punto sulle stato delle carceri italiane. Si parte dai principi e dalla legislazione per arrivare ai dati sul sovraffollamento, sulle morti e i suicidi in carcere, ma anche sui reati commessi dai detenuti, la loro nazionalità e posizione giuridica. Il dossier si può scaricare dal sito web dell’associazione, www.progre.eu.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it