Giovedì 01 Ottobre 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Crotone. Avviato servizio gratuito di supporto per detenuti e loro familiari PDF Stampa
Condividi

wesud.it, 2 agosto 2020


Da ieri, 1 agosto 2020 è attivo anche nel territorio di Crotone il Servizio gratuito di Ascolto e Mediazione. "Non sei solo, non sei sola", rivolto alla comunità carceraria, ai familiari dei detenuti e ad i loro congiunti. Lo rende noto il Garante Comunale per i diritti dei detenuti Federico Ferraro.

Per far fronte all'emergenza Covid-19, l'AIMePe - Associazione Italiana Mediatori Penali e l'Associazione Noi & Voi Onlus in collaborazione con gli Istituti Penitenziari e gli Uffici di Esecuzione Penitenziaria Esterna Taranto ed il partner aderente Volontariato Penitenziario SEAC, presentano il Servizio di Ascolto e Gestione dei conflitti, già in altre strutture carcerarie italiane. L'iniziativa a Crotone è stata possibile grazie alla collaborazione con il garante comunale dei detenuti avv Federico Ferraro.

Per esprimere vicinanza e supporto alla comunità carceraria, in ottemperanza all'emergenza Covid-19, causa di preoccupazione per i detenuti per quanto sta accadendo fuori alle loro famiglie, il Servizio si configura come uno spazio di accoglienza e sostegno per i detenuti, le famiglie e i congiunti degli stessi di problematiche di tipo personale, affettivo o relazionale, che si svolge in un clima positivo, teso alla prevenzione del disagio e alla promozione del benessere.

Il servizio di ascolto è dedicato a:

• Detenuti, in particolar modo coloro che non hanno legami familiari o che fanno fatica ad avere contatti con i familiari;

• I condannati affidati ai servizi sociali e/o agli uffici di esecuzione personale esterna, UEPE, privilegiando coloro i quali hanno una rete familiare in difficoltà;

• Famiglie dei detenuti.

Per fronteggiare:

• Disagio, tensioni in famiglia, lutti, malattie;

• Difficoltà economiche;

• Integrazione;

• Disagio nei rapporti con gli altri detenuti e/o con le loro famiglia.

Da qui l'appello lanciato da Garante Comunale per i diritti dei detenuti, Federico Ferraro: "Se conosci qualcuno che potrebbe usufruire di tale aiuto o ti riconosci in uno di questi punti o ancora hai bisogno di un confronto e supporto, il servizio telefonico è attivo dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00.

I referenti del progetto di volontariato sono i seguenti professionsti: Dott.ssa Maria Cristina Ciambrone, Mediatore familiare A.I.Me.F.; Mediatore scolastico e mediatore penale, Presidente A.I.Me.Pe; Maria Spizzirri, Mediatore penale A.I.Me.Pe, Tesoriere A.I.Me.Pe, Mediatore Scolastico; Bina Salvati Mediatore penale A.I.Me.Pe, Mediatore Scolastico.

 

 

 

 

02


01


07


 06

 

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it