Giustizia: Mannone (Fns-Cisl); Mattarella continui a sollecitare la politica sul problema carceri Stampa

Adnkronos, 3 febbraio 2015

 

"Siamo certi che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, proseguirà l'azione messa in campo da Napolitano circa il richiamo al Governo sull'annosa questione delle critiche condizioni delle carceri italiane". Lo dichiara in una nota Pompeo Mannone, Segretario Generale della Fns Cisl, la federazione che raggruppa Polizia Penitenziaria, Dirigenti penitenziari, Vigili del Fuoco e Forestali.

"Il sovraffollamento delle carceri è diminuito senza ricorrere a misure straordinarie - sottolinea Mannone - ma le problematiche che investono gli istituti di pena sono rimaste estremamente critiche e pertanto è necessario che il nuovo Capo dello Stato continui nella sollecitazione sia al Governo che al Parlamento affinché si adoperino per migliorare il funzionamento della giustizia e per favorire una condizione accettabile delle carceri in cui vivono situazioni pesanti i detenuti ma soprattutto chi ci lavora, spesso, purtroppo, non considerato dalla politica e dai mass media: la condizione del personale ed il malessere presente in tutte le sedi di servizio, non può essere più trascurato dal Governo". "Il tema delle carceri - conclude Mannone - deve essere affrontato a tutto tondo, sia considerando le problematiche certamente reali e delicate dei detenuti ma anche tutelando i poliziotti penitenziari che operano con abnegazione e sacrificio, spesso a rischio della propria incolumità: su questo versante aspettiamo iniziative concrete da parte del Governo".