sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

La Repubblica, 16 gennaio 2022


"Chi ha sbagliato deve pagare il suo debito non a prezzo della vita, perché chi è detenuto ha diritto alla tutela della sua vita, perché il carcere non deve essere un luogo oscuro e separato dalla società. In Campania oggi abbiamo 6.403 reclusi nei 15 Istituti penitenziari. Sono invece 6.882 le persone diversamente libere in Area penale esterna. Carcere e Covid. Sono 221 gli agenti e gli operatori penitenziari contagiati in Campania.

Invece 351 i detenuti contagiati (di cui 124 a Poggioreale e 120 a Secondigliano). Lo so non fanno notizia, sono numeri!!!", Così il garante campano dei detenuti Samuele Ciambriello aggiornando i dati su carcere e Covid in Campania.

Il garante Ciambriello conclude la sua nota con queste proposte operative in questo periodo di crisi pandemica: "Occorre non far entrare in carcere persone, se non per reati gravi, c'è bisogno di più misure alternative al carcere, il governo deve mettere in campo un decreto svuota-carceri, subito assunzioni, anche a tempo determinato, per agenti di polizia penitenziaria, educatori e figure socio-sanitarie, vaccini e cure mediche adeguate per i detenuti e gli operatori penitenziari, far tornare nelle proprie Regioni i detenuti, rispettando il diritto della territorialità della pena, liberazione anticipata da 45 a 75 giorni. Mutare il carcere - conclude Ciambriello - significa soprattutto operare un processo di trasformazione culturale e legislativa in grado di renderlo al contempo un luogo di garanzia dei diritti e di certezza della pena".