sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

di Marcello Pesarini


Ristretti Orizzonti, 5 febbraio 2022

 

Al Cinema Azzurro di Ancona, uso ad accompagnare film di tematica sociale con introduzioni ad hoc, o discussioni post proiezione, il 2 febbraio Marcello Pesarini ha parlato di Antigone e delle carceri prima del bellissimo film Ariaferma.

L'intento era quello di inquadrare l'azione dell'associazione, nata nel 1992 da una costola de Il Manifesto, nelle battaglie per i diritti civili post anni 70 (divorzio, aborto, legge Basaglia) e nella proiezione che ha avuto facendosi parte civile contro la tortura, il sovraffollamento, e nell'introduzione degli sportelli e dei rapporti annuali.

Dopo un breve inquadramento storico, si è proseguiti sul peso della qualificazione dei volontari e del rapporto con le istituzioni.

Interessante è stato raffrontare le iniziative dell'associazione Osservatorio Permanente sulle Carceri, che già si relazionava con Antigone nazionale per poi costituirsi in Antigone Marche attorno al 2010, in particolare con il progetto Punto d'Incontro dei detenuti, con il cammino della Commissione Ruotolo, istituita dalla Ministra Marta Cartabia.

I risultati del progetto Punto d'Incontro erano molto significativi, sia sulle richieste in campo sanitario, sia sui rapporti con la direzione, ed è interessante notare che alcuni ricavati nel 2003 vengono ora riproposti nelle modifiche del regolamento penitenziario della Commissione Ruotolo. Le risultanze del progetto, incluse in un libro bianco che non ha visto la luce per un incontro non doverosamente approfondito fra i politici della Regione Marche, pur partner dell'iniziativa, e gli operatori nella traduzione del lavoro in ambito istituzionale, si ritrovano oggi fra le proposte per dare dignità e consapevolezza sia ai detenuti che agli agenti di Polizia Penitenziaria.

L'intervento si è concluso con un invito a rapportarsi con Antigone Marche e nell'augurio che il diverso approccio legislativo del Governo, il crescente impiego di interventi a livello nazionale di Giustizia Riparativa e di attività d'apertura al mondo esterno e viceversa, coincidano con maggiore attenzione all'importanza della Giustizia del Paese, anche attraverso investimenti mirati ad una maggiore agibilità sia del personale giudiziario pedagogico che quello addetto alla sicurezza. Il pubblico ha potuto poi riscontrare nella pellicola numerose assonanze con le dinamiche prima esposte.