sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

torinoggi.it, 6 febbraio 2022


Nella mattinata di ieri si è tenuta l'udienza. Il Garante comunale dei detenuti entra come parte civile. La Garante dei diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Torino Monica Gallo entra come parte civile nel processo in corso a Torino nei confronti di ventuno agenti penitenziari accusati, a vario titolo, di maltrattamenti ai danni delle persone detenute nell'Istituto penitenziario torinese.

"La Giunta comunale - dichiara il sindaco Stefano Lo Russo - a fronte della documentazione della Garante ha approvato con delibera la costituzione in giudizio come parte civile". "La Città - sottolinea - è da sempre impegnata a salvaguardare la dignità umana anche nell'ambiente carcerario".

All'udienza di questa mattina il Gup di Torino ha riconosciuto la legittimazione dell'ufficio del Garante dei detenuti del Comune di Torino, difeso dall'avvocato Francesca Fornelli, a costituirsi parte civile. "La nostra partecipazione - continua Gallo - vuole essere un segnale forte di attenzione rispetto alla tutela dei diritti delle persone ristrette negli istituti penitenziari della città. L'obiettivo è quello di contribuire in maniera concreta alla ricostruzione dei fatti per cui si procede e all'accertamento delle responsabilità dei soggetti coinvolti".