sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Agi, 7 agosto 2010

“Di fronte all’ennesimo episodio avvenuto ieri nel carcere di Marassi di Genova, dove un detenuto ha dato fuoco ad un materasso, a testimonianza delle difficili condizioni della comunità penitenziaria, esprimiamo la nostra solidarietà al personale di polizia penitenziaria, oltre alla preoccupazione per le condizioni di sovraffollamenti delle carceri, e manifestiamo la disponibilità della Regione ad sostenere progetti sperimentali legati al carcere”.
Così si sono espressi oggi gli assessori regionali alle politiche sociali Lorena Rambaudi e al Bilancio e al patrimonio Pippo Rossetti che hanno annunciato la loro adesione all’iniziativa “Ferragosto in carcere”, promossa da deputati, senatori e consiglieri regionali di tutti gli schieramenti che nelle giornate del 14, 15 e 16 agosto visiteranno gli Istituti penitenziari. “Siamo molto preoccupati - ha detto Rambaudi e Rossetti - per la carenza di personale di polizia penitenziaria in Liguria, pari a circa 400 unità in meno, che mette a rischio a livelli di sicurezza e determina fatti come quello accaduto ieri a Marassi.
A questo proposito la Regione ha intenzione di lavorare, sia sul versante del sostegno sociale, sia su quello della formazione professionale. A settembre - sostengono Rambaudi e Rossetti - come Regione vogliamo dare il via ad una rete istituzionale sul tema delle carceri per affrontare insieme a tutti gli Enti una serie di tematiche legate agli istituti penitenziari della Liguria e, grazie ad un finanziamento di 200mila euro, dare avvio a progetti sperimentali a valenza regionale”.