sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Ansa, 24 agosto 2010

“In questi ultimi tempi si nota una insolita vena dichiarativa da parte del segretario dell’Osapp, Leo Beneduci, che si sviluppa in attacchi al ministro Alfano perdendo di vista i veri interessi della polizia penitenziaria”.
Lo afferma Luigi Vitali, responsabile dell’ordinamento penitenziario del Pdl, replicando alle numerose dichiarazioni critiche mosse da Beneduci al ministro della Giustizia.
“In un momento di particolare difficoltà del sistema carcerario - spiega Vitali in una nota - è normale far sentire la voce della polizia penitenziaria, la quale ha indubbiamente grande merito e continua ad arginare con la sua professionalità il momento di crisi. Se non che, così come ogni salmo finisce in gloria, ogni dichiarazione di Beneduci finisce con un attacco al ministro Alfano. Capiamo che il segretario dell’Osapp avrebbe preferito un ministro di altro colore politico ma non si può consentire questo continuo attacco che non rende merito agli sforzi profusi dal ministro e ai risultati raggiunti”.
“Non è attaccando il proprio ministro che si fanno gli interessi degli agenti. Quando poi la vena polemica arriva ad auspicare il passaggio della polizia penitenziaria sotto la giurisdizione di un altro dicastero, la misura è veramente colma. Mi auguro - conclude Vitali - che le altre sigle sindacali vogliano ristabilire la verità, nel rispetto reciproco e nel solco della leale collaborazione”.