sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Agi, 13 settembre 2010

Mercoledì 15 e giovedì 16 settembre, il segretario generale della Uil Pa Penitenziari, Eugenio Sarno, si recherà in visita presso gli istituti penitenziari di Lanciano e Sulmona. “Le situazioni di Lanciano e Sulmona, pur diverse nella loro similitudine di criticità, vanno attenzionate e, possibilmente, risolte. La presenza in loco di delegazioni della Uil Penitenziari rappresenta un momento di solidarietà e vicinanza al personale, ma anche un tentativo di sviluppare un percorso di soluzioni a vertenze che rischiano di incancrenirsi inutilmente”.
A Lanciano da circa un anno i sindacati della polizia penitenziaria hanno proclamato lo stato di agitazione e da circa undici mesi il personale non si reca a consumare i pasti presso la mensa di servizio. All’origine di tali proteste l’affermata e grave deficienza organica, aggravatasi dopo la decisione del Dap di aprire una nuova sezione.
“Sulmona - spiega Sarno - è la sintesi delle tante criticità che avviluppano il sistema penitenziario. Sovraffollamento, promiscuità, carenze organiche e gestione discutibile delle risorse umane. Di certo aver individuato Sulmona come istituto ospitante di una sezione per internati non solo si è rilevata una scelta infelice, per quanto ha inciso negativamente sull’equilibrio generale della gestione di per se già molto complessa. Sulmona, infatti, ospita diverse categorie di detenuti (comuni, alta sicurezza, elevato indice di vigilanza, internati, collaboratori di Giustizia e 41-bis).
Per ogni categoria - conclude Sarno - occorre applicare percorsi trattamentali e di sorveglianza differenziati”. Ad accompagnare il Segretario Generale sarà Pino Giancola, segretario regionale, mentre nelle due strutture sarà accolto da Ruggero Di Giovanni, segretario provinciale di Chieti per Lanciano e Mauro Nardella, segretario provinciale dll’Aquila per Sulmona.