sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Ansa, 4 gennaio 2011

 

Un detenuto italiano di 53 anni, Claudio A., è morto il 29 dicembre scorso nel carcere di Frosinone. Le cause della sua morte sono ancora da accertare. Lo ha reso noto il Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni. Si tratta dell’undicesimo decesso (fra cui 4 suicidi) registrato nelle carceri della Regione nel 2010.
Secondo le informazioni a disposizione dei collaboratori del Garante, è stata già effettuata una autopsia per stabilire le cause della morte, ma gli esiti dell’esame autoptico non sono stati ancora resi noti. Claudio A. era arrivato nel carcere di Frosinone il 6 dicembre scorso. Nato a Roma il 6 gennaio del 1958, l’uomo è morto nella sezione “transito”, dove era stato momentaneamente alloggiato al suo rientro dopo un permesso di quattro giorni accordato per le festività natalizie.
Le sue condizioni di salute non erano ottimali: sembra, infatti, che soffrisse, tra le altre cose, di ipertensione, accusava problemi cardiaci ed ero sottoposto a terapie farmacologiche.
“Al momento le autorità non ci hanno comunicato le circostanze in cui è maturata questa morte - ha detto il Garante dei detenuti Angiolo Marroni - ma spero che ci si attivi subito per sgomberare il campo da ogni dubbio. L’ennesima morte di un detenuto è la conferma della gravità della situazione nelle carceri italiane, dove il sovraffollamento e la scarsità delle risorse, aggravano sempre più le condizioni di vita dei detenuti e compromettono la qualità del lavoro degli operatori”.