sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Agi, 25 maggio 2010

Sovraffollamento, scarsità di risorse umane, disinteresse della società per la vita penitenziaria. Sono i problemi con i quali devono fare i conti gli operatori della Polizia penitenziaria e degli istituti di pena della Provincia di Cagliari, secondo quanto segnalato oggi, in occasione della Festa della Polizia penitenziaria. Gli agenti in servizio sono circa 300, tra Buoncammino (200), la Scuola di formazione di Monastir (18), la casa circondariale di Iglesias (52), l’Istituto minorile di Quartucciu (25). In base ai dati forniti questa mattina, alla presenza delle autorità e dei vertici delle forze dell’ordine, i detenuti nel carcere cagliaritano sono attualmente 508, 120 quelli a Iglesias, 15 a Quartucciu.
Da più parti è stata sottolineata la carenza di personale e il sovraffollamento delle strutture, “in un mondo - ha detto il direttore di Buoncammino, Gianfranco Pala - in cui si tenta di dare risposte a problemi sociali, in un contesto inadeguato e con pochi mezzi a disposizione”.