Apcom, 18 ottobre 2010

Due camerunensi sono detenuti in una prigione di Yaounde dal settembre scorso per omosessualità. Lo denuncia l’organizzazione di difesa dei diritti dell’uomo Alternatives-Camerun, dove le relazioni tra persone dello stesso sesso sono vietate. “Due cittadini camerunensi dal 27 settembre 2010 sono rinchiusi in un carcere di Yaounde. Una perquisizione effettuata nel loro domicilio ha permesso di sequestrare una quantità importante di preservativi e lubrificanti. I due uomini hanno ammesso di essere gay”, si legge su un comunicato che cita le il verbale su cui sono state trascritte le dichiarazioni dei due detenuti.
Il loro avvocato, André Nlend, ha ricordato che al momento dell’arresto, avvenuto “non in flagranza di reato” ai due “non sono stati letti i loro diritti e hanno subito un controllo medico, mentre erano ammanettati”. Alternatives-Camerun chiede al governo di “liberare immediatamente” le due persone detenute e di interrompere “gli arresti per omosessualità”.