Venerdì 14 Agosto 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Detenuti picchiati, denudati e insultati: ma i media parlano solo di scarcerazioni PDF Stampa
Condividi

di Damiano Aliprandi


Il Dubbio, 13 agosto 2020

 

Pestaggi, ritorsioni nei confronti dei rivoltosi, presunte squadrette che hanno creato terrore nelle sezioni del carcere. Il biennio 2019 - 2020 è il periodo dove sono emerse denunce riguardanti presunti abusi all'interno dei penitenziari italiani. Il picco sarebbe stato raggiunto il giorno dopo le rivolte carcerarie avvenute tra il 7 e l'11 marzo scorso.

Leggi tutto...
 
Attenti ad annientare Cutolo. È una persona, non un "simbolo" PDF Stampa
Condividi

di Nicola Quatrano*


Il Dubbio, 13 agosto 2020

 

Dietro il no alla scarcerazione, l'idea (incostituzionale) del 41bis come fabbrica di pentiti. Quando, nel 1982, il Presidente della Repubblica Sandro Pertini intervenne per ottenere il trasferimento di Raffaele Cutolo dal carcere di Ascoli Piceno a quello di massima sicurezza dell'Asinara, riaperto appositamente per lui e dove per un paio di anni sarà l'unico detenuto, tutte le persone amanti della giustizia approvarono quella saggia iniziativa.

Leggi tutto...
 
Cutolo sta morendo, silenzio di Stato da 10 mesi e lui scambia la moglie per la cognata morta PDF Stampa
Condividi

di Angela Stella

 

Il Riformista, 13 agosto 2020

 

Perché Raffaele Cutolo è ancora ristretto al 41bis? È quanto si chiede il suo legale Gaetano Aufiero che il 10 agosto ha inviato una istanza al ministro Bonafede per chiedere la revoca del regime di carcere duro: "È venuta meno la capacità del condannato di mantenere collegamenti con qualsivoglia associazione criminale e/o di rivestire ruoli all'interno delle stesse.

Leggi tutto...
 
La violenza di polizia come dispositivo dell'ordine politico PDF Stampa
Condividi

di Donatella Di Cesare


Il Manifesto, 13 agosto 2020

 

La violenza perpetrata da un poliziotto a Vicenza fa venire in mente una serie di episodi analoghi. E suscita sdegno proprio perché appare non un semplice incidente, bensì un gesto rivelativo. Si parla di "eccessi di forza", di piccoli "abusi". L'idea diffusa è che le forze dell'ordine rimettano a posto le cose. Nell'azione di controllo sarebbe poi inevitabile un cedimento, una mossa esagerata. Ma è davvero così? Si tratta di sporadiche anomalie all'interno di un sistema altrimenti corretto? Oppure la disfunzione è sistematica e lascia intravedere al fondo il funzionamento stesso di un'istituzione oscura?

Leggi tutto...
 
Arresto violento a Vicenza, avviata un'indagine PDF Stampa
Condividi

di Marina Della Croce


Il Manifesto, 13 agosto 2020

 

La questura di Vicenza ha aperto un'indagine interna per valutare il comportamento del poliziotto che lunedì ha fermato con una presa al collo un ragazzo cubano di 21 anni, Denis Jasel Guerra Romero, che si era rifiutato di mostrare i documenti. "Ovviamente le tecniche usate dall'agente vanno inserite in un contesto di carattere puntuale e particolare che sarà verificato senza alcun tipo di problema e senza remore" ha assicurato il questore, Antonino Messineo, per il quale il comportamento dell'agente non sarebbe stato dettato da motivazioni razziste. Ieri intanto il tribunale di Vicenza ha confermato l'arresto del giovane cubano, accusato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e fissato l'udienza per direttissima per il 18 settembre.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

 

02


01


07


 06

 

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it