sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

lanuovacalabria.it, 15 giugno 2022

Venerdì scorso si è tenuto in modalità webinar, il Seminario Nazionale, accreditato ai fini della formazione forense presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati Distrettuale di Catanzaro. Il tema fondamentale e sentito oggetto dell’iniziativa di formazione per avvocati, è stato quello del “Diritto fondamentale alla salute in carcere, anche alla luce dell’emergenza pandemica.

A moderare l’incontro è stato l’avv. Luciano Giacobbe - Consigliere dell’Ordine Distrettuale degli Avvocati di Catanzaro - che ha portato i saluti del Presidente avv. Antonello Talerico. L’iniziativa è stata proposta dall’avv. Federico Ferraro, Garante dei detenuti del Comune di Crotone - in sinergia con la d.ssa Raffaela Dattolo - Coordinatrice del Movimento “Uniti per migliorare la salute”.

Numerosi i relatori presenti dalle diverse Regioni d’Italia, tra Autorità di garanzia, Magistrati, Accademici, Dirigenti Sanitari ed Istituzioni. Hanno fatto pervenire i saluti istituzionali il Sindaco di Crotone l’ing. Vincenzo Voce e l’avv. Filly Pollinzi, Assessore Politiche Sociali Comune Crotone, nonché gli altri due Garanti territoriali calabresi il dott. Paolo Pratico, Garante metropolitano dei detenuti di Reggio Calabria e l’avv. Giovanna Russo -Garante comunale dei detenuti di Reggio Calabria.

Nella sessione di lavoro hanno preso parte al seminario giuridico l’Avv. Emilia Rossi -­ Componente del Collegio del Garante Nazionale dei detenuti, prof. Stefano Anastasìa - Garante detenuti Regione Lazio, il prof. Samuele Ciambriello - Garante detenuti Regione Campania, il prof. Gianmarco Cifaldi - Garante detenuti Regione Abruzzo, il prof. Paolo Pittaro - Garante dei diritti della persona Regione Friuli Venezia Giulia. Nella seconda sessione hanno relazionato il dott. Andrea Giordano - Magistrato presso la Corte dei Conti, la d.ssa Eleonora Monte - Medico del Presidio Sanitario presso la Casa Circondariale di Crotone e l’avv. Agostino Siviglia, già Garante detenuti Regione Calabria.

L’occasione ha permesso di soffermarsi sui tanti temi che caratterizzano il Settore Sanitario legato al mondo carcere : quali i dati nazionali forniti dal Garante Nazionale sulla presenza di detenuti affetti da disturbi psichici, la continuità terapeutica tra presidi sanitari penitenziari e presidi ospedalieri, tempistiche nell’erogazione dei servizi sanitari, le carenze dei posti nelle Rems, la carenza di mediatori linguistici a Crotone, l’atavico problema del sovraffollamento, la carenza di camere di sicurezza presso i presidi di Polizia, solo per citarne alcuni.

Un dato preoccupante è stato certamente quello relativo al fenomeno dei suicidi, da ultimo quello di due giovani detenuti presso la Casa Circondariale di San Vittore di Milano, in attesa del trasferimento in una Rems, Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza, nonostante avessero già tentato il suicidio.

Per quanto riguarda Crotone sono stati dati aggiornamenti sulla situazione attuale: è stata monitorata l’evoluzione del Focolaio - Covid-19, sono stati accolti i ripetuti appelli del garante comunale Ferraro, che hanno permesso ripetute donazioni di gel igienizzante e dispositivi di protezione individuale da parte di associazioni enti e privati cittadini.