sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

La Nuova Ferrara, 1 gennaio 2015

 

Sulle orme del mitico concerto a Folsom, Veronesi, Nelli e War-k hanno suonato per i detenuti della Casa Circondariale.

Appuntamento speciale quello di martedì 16 dicembre, nel primo pomeriggio, alla Casa Circondariale di via Arginone, con gli artisti dell'etichetta discografica ferrarese Jaywork (rappresentata da Luca Facchini) che unitamente alle istituzioni cittadine (Comune, Provincia e Casa Circondariale stessa) hanno organizzato per il secondo anno consecutivo il concerto di Natale "La Musica Dentro - Un Natale con Voi".

Gli artisti di casa nostra Leonardo Veronesi, Frenk Nelli e War-k hanno portato la loro musica fra i detenuti riscuotendo grande successo. La sala adibita a spettacoli (lo scorso anno in restauro post terremoto) era piena di persone, pronte ad accogliere i musicisti con il grande desiderio di interagire e cantare con loro. E così è stato.

L'apertura di Veronesi, con la sua consueta simpatia e giovialità, ha messo tutti a proprio agio, ha cancellato ogni distanza tra chi sedeva in platea e chi era sul palco, gli animi si sono scaldati ed il concerto è partito alla grande tra brani inediti, cover e brani richiesti dagli stessi detenuti, i quali hanno assistito all'ora e mezza abbondante di concerto con grande partecipazione emotiva e divertimento.

È stato un viaggio (tecnico del suono Davide Viviani) tra il repertorio di Veronesi e tanti brani fondamentali della musica italiana e straniera. Sono piaciuti gli inediti cantati senza risparmio dai tre bravissimi artisti, accompagnati da cori dei detenuti e da battiti di mani continui. Come fece il mitico Johnny Cash in un live (At Folsom prison) che ha scritto letteralmente la storia della musica (e non solo).

Al concerto erano presenti anche i dirigenti della Casa Circondariale, il garante dei detenuti ed il cappellano, anche loro perfettamente calati nella atmosfera coinvolgente che si era creata. Chiusura simbolica a tre voci con il brano Happy Xmas (War is Over) di John Lennon. Alla fine del concerto in via Arginone più importanti degli applausi sono stati i tanti ringraziamenti da parte dei detenuti: "Grazie per averci fatto liberare la mente", "Grazie per averci fatto sognare", "Grazie per averci fatto sentire fuori in un pub per qualche ora".