sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

estense.com, 12 maggio 2022

Si terrà a Ferrara l’iniziativa di “Teatro come palcoscenico dell’uguaglianza”, la prima “Giornata di incontri, testimonianze, proiezioni e spettacoli sul teatro come strumento di crescita per la popolazione detenuta” in programma per venerdì 13 maggio a partire dalle 10.30 nella Sala Consiliare del Comune di Ferrara.

Gli eventi, organizzati con il patrocinio del Comune di Ferrara e della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e con il contributo dell’assessorato comunale alle Politiche Sociali, sono stati presentati nella residenza municipale a cura dell’associazione di promozione sociale Aics Comitato Provinciale di Ferrara, del Teatro Nucleo Ferrara e della Compagnia Stabile Assai Roma.

All’incontro sono intervenuti gli assessori comunali alle Politiche sociali Cristina Coletti e alla Cultura Marco Gulinelli, la presidente e il rappresentante dell’Associazione Italiana Cultura Sport (Aics) Cinzia Morelli e Amedeo Vancini, il responsabile nazionale sociale Terzo Settore Associazione Italiana Cultura Sport (Aics) Franco Ferioli e il regista e cofondatore Teatro Nucleo Ferrara Horacio Czertok.

“Un’iniziativa di grande valore per il nostro territorio - ha sottolineato l’assessore Cristina Coletti - dove il teatro va visto come opportunità di cambiamento, di condivisione e di reinserimento sociale dei detenuti. Si tratta di valori non scontati, dove il teatro diventa valido strumento di crescita da un punto di vista umano e sociale. Un mezzo che con le iniziative di venerdì 13 maggio potrà essere conosciuto e approfondito sia attraverso il convegno nazionale dedicato al ruolo della comunità nella giustizia riparativa, sia attraverso i due momenti di condivisione del film scritto e interpretato dai detenuti della casa circondariale di Ferrara e dalla rappresentazione teatrale che verrà messa in scena con la partecipazione degli ex detenuti”.

“Il teatro è il sogno dell’uguaglianza - ha fatto notare l’assessore Marco Gulinelli - dove la rappresentazione spinge il cuore di ognuno di noi a conoscerci e a capire ciò che siamo. Un momento assolutamente importante questo che Ferrara si appresta ad ospitare, dove l’impiego dell’immaginazione degli attori detenuti svolge un ruolo partecipe e catarchico nell’attuazione del percorso per la ricostruzione della persona. La bellezza dell’etica si sposa con l’estetica e coinvoge lo spettatore in quella maniera che solo l’arte riesce a realizzare. La cultura è il luogo comune per sentirsi liberi e, attraverso di essa, per i detenuti che sono naufragati in una situazione di rischio c’è una possibilità di mediazione dove il pregiudizio muore”.

Il regista e cofondatore Teatro Nucleo Ferrara Horacio Czertok venerdì parlerà dell’impegno di Teatro Nucleo nelle attività di Teatro in Carcere, nel Convegno “Il Valore del Teatro Sociale e della Drammaturgia Penitenziaria - il ruolo della comunità nella giustizia riparativa”. Interverranno il poeta, attore ex detenuto Edmond Deidda; il deputato e presidente di Aics Nazionale Bruno Molea; il presidente del Coordinamento Teatro Carcere Emilia-Romagna Paolo Billi; l’attrice e pedagogista Tamara Boccia; il regista teatrale della compagnia Stabile Assai Antonio Turco con un contributo del direttore Teatro Comunale di Ferrara Moni Ovadia. Sarà possibile seguire l’evento anche dalla diretta streaming a cura dell’Ufficio Stampa del Teatro Comunale al link: https://www.youtube.com/user/consigliocomunalefe

Seguirà, alle 15.30, nella Sala Estense (piazza del Municipio 14, Ferarra) la proiezione del film “Album di Famiglia”. Il film, scritto e interpretato dai detenuti della Casa Circondariale C. Satta di Ferrara, tratto dall’Amleto di William Shakespeare, è il risultato delle attività in carcere portate avanti, anche in periodo pandemico, da Horacio Czertok e Marco Luciano di Teatro Nucleo. La regia è di Marco Luciano, a presentarlo interverranno la direttrice della Casa Circondariale C.Satta Ferrara Maria Nicoletta Toscani; il regista, cofondatore Teatro Nucleo Ferrara Horacio Czertok; il regista Teatro Nucleo Ferrara Marco Luciano. L’ingresso è libero e entrambi gli eventi sono aperti a tutta la cittadinanza.