sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

Ansa, 16 febbraio 2015

 

Un italiano di 41 anni detenuto per rapina nel carcere di Ivrea, nel Torinese, non è rientrato da un permesso per lavorare in una cooperativa di Torino. Doveva scontare ancora nove anni. A darne notizia è Leo Beneduci, segretario generale dell'Osapp, che chiede che "dopo questi fatti la direzione del penitenziario esamini con più attenzione i criteri e le condizioni che vengono applicati per l'immissione al lavoro dei detenuti".

"Chiediamo inoltre al Dap - aggiunge il sindacalista - di voler verificare anche attraverso un'apposita ispezione alcuni fatti accaduti nei giorni scorsi a Ivrea, che a quanto sembra non sono stati ritenuti di interesse disciplinare, consentendo a detenuti responsabili di percosse tra loro di continuare a fruire del regime di lavoro esterno".