sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

di Marcello Pesarini*

Ristretti Orizzonti, 17 febbraio 2024

Il Garante dei detenuti delle Marche, Giancarlo Giulianelli, conferma le cifre che Sinistra Italiana Marche denuncia da anni, ma tira conclusioni diverse, insiste sul fatto che non bisogna abbassare la guardia. Vediamole: sovraffollamento delle carceri con 902 presenti per una capienza di 837 unità, situazioni più pericolose ad Ancona Montacuto e Pesaro. In crescita il clima di insofferenza fino agli ultimi incidenti nelle scorse ore a Marino del Tronto, Ascoli Piceno. Gli agenti di Polizia Penitenziaria sono 587 sui previsti 771.

SI Marche con Marcello Pesarini sostiene che c’è molto di più. “Siamo stati l’unica forza politica accorsa presso la famiglia di Matteo Concetti, suicidatosi il 5 gennaio, a Montacuto, attraverso l’impegno della senatrice Ilaria Cucchi e la presenza fisica di noi referenti di SI presso l’obitorio e con il coinvolgimento dell’avvocato Giacomo Curzi a disposizione della famiglia per far chiarezza sugli eventi”.

Nei giorni seguenti sono morti altri due detenuti a Montacuto. “L’attenzione del Garante, dei partiti regionali e dei sindacati dovrebbe trasformarsi in un monitoraggio di tutti gli istituti attraverso visite, nella richiesta che le Marche tornino ad avere un Dipartimento Penitenziario autonomo dall’Emilia Romagna, nel monitoraggio delle condizioni di salute, in particolare verso le tossicodipendenze (269 detenuti rivolti al Dipartimento di Ancona nel 2023) e il disagio psichiatrico” ribadisce Sinistra Italiana.

Anche Matteo Concetti aveva denunciato precise patologie ma non era stato preso in carico adeguatamente. È insufficiente l’unica struttura per malati psichiatrici presente, a Macerata Feltria, che ospitava al 31 dicembre 24 persone con 11 in lista di attesa. Se negli istituti italiani ci sono stati 18 suicidi da inizio anno, e alcuni parlamentari ed ex parlamentari, come Roberto Giachetti e Rita Bernardini sono da 23 giorni in sciopero della fame, Sinistra Italiana Marche afferma che quanto avviene anche nella nostra regione è molto grave e non può essere ignorato. Noi difendiamo e difenderemo la Costituzione nella salute pubblica, nella giustizia rieducativa contro il degrado di un’Italia sempre più ingiusta e frammentata.

*Sinistra Italiana Marche