sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

torinoggi.it, 16 novembre 2022

Frediani (M4O): “Occorre ridare dignità sociale a queste persone per costruire nuovi percorsi di vita”. Tre milioni di euro per il reinserimento dei detenuti nel mondo del lavoro e 975 destinatari che hanno preso parte al progetto Sportello lavoro carcere. “Sono alcuni dei dati che si possono leggere nella sintesi 2020-22 e che ci sono stati forniti, sotto nostra richiesta, in commissione regionale dopo il confronto con la direttrice dell’Agenzia Piemonte Lavoro”, ha dichiarato Francesca Frediani, Consigliere regionale Movimento 4 Ottobre Piemonte.

Il progetto, cofinanziato attraverso i Fondi strutturali dell’Unione Europea, prevede attività mirate all’inclusione socio lavorativa di chi è privato della libertà personale, nel tentativo di offrire un sostegno concreto per riconquistare una propria autonomia. Ad oggi 206 persone hanno preso parte a tirocini formativi e 75 sono state messe sotto contratto. Le attività sono erogate dagli operatori all’interno degli istituti a seguito di appuntamenti concordati con i servizi educativi del carcere e hanno coinvolto tutti e 14 gli istituti carcerari piemontesi.

“Non solo reinserimento ma recupero di dignità sociale. Lo chiedono i detenuti che abbiamo incontrato durante le nostre visite nei penitenziari e lo chiediamo anche noi, consapevoli che la ricostruzione di un’identità socio-lavorativa è il primo tassello per abbassare il tasso di recidiva, dando respiro alle carceri e recuperando delle vite umane. Un obiettivo che si può raggiungere solo con una maggiore interconnessione con le realtà del territorio e con la presenza costante dei servizi per il lavoro all’interno delle strutture penitenziarie”, conclude Frediani.