sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

latinaoggi.eu, 3 aprile 2024

La Procura di Viterbo ha presentato la richiesta di archiviazione per la morte di Cosmin Tebuie, 26 anni, di origine romena ma residente a Latina, detenuto nel carcere Mammagialla di Viterbo dove era stato trovato senza vita la mattina del 28 marzo del 2023. A fare la drammatica scoperta era stato un compagno di cella. Il pubblico ministero Eliana Dolce, titolare del fascicolo, sulla scorta delle risultanze investigative ha chiesto l’archiviazione al gip del Tribunale di Viterbo. Alla luce degli elementi che sono stati raccolti in fase di indagini preliminari e anche a seguito di quello che è emerso nel corso dell’autopsia - non sono emersi - secondo i magistrati viterbesi - elementi che possano portare ad un processo e a dei profili di responsabilità penale.

Il procedimento aperto era contro ignoti e il reato ipotizzato sarebbe quello di omicidio colposo. Sulla scorta delle risultanze investigative emerse la Procura è arrivata ad una conclusione chiedendo l’archiviazione al giudice che dovrà decidere. I familiari del giovane, rappresentati dall’avvocato Giovanni Codastefano, sono pronti ad impugnare questa prospettazione e ad opporsi alla richiesta di archiviazione. Era stato un compagno di cella ad insospettirsi perchè il 26enne, non si svegliava. A quel punto aveva dato l’allarme al personale della Polizia penitenziaria immediatamente intervenuto. Il ragazzo poche ore prima di morire aveva telefonato alla madre e le aveva detto che si sentiva bene ed era in buona salute spiegando di non aver mai avuto problemi di alcun genere. Come è emerso nell’immediatezza